Tu sei crocefisso e trafitto come Gesù…

«“Tu sei crocefisso e trafitto come Gesù l’appeso, in ignominia e vergogna come Gesù”. Per i partecipanti al rito sembra che l’infante cristiano avesse perduto la sua identità (se mai l’aveva posseduta ai loro occhi) e si fosse trasformato in Gesù “crocifisso e appeso”»

(Ariel Toaff, Pasque di sangue, ed. il Mulino, 2007, p. 196)

 

Annunci